Quali controlli si fanno con il tagliando dell'auto

Possedere un’auto ha come conseguenza anche quella della manutenzione. Il tagliando serve a controllare il funzionamento delle componenti a rischio deterioramento con il normale utilizzo dell'auto

Cos’è il tagliando auto?

Il tagliando auto è un controllo periodico dell'automobile che serve a controllare tutte le componenti che possono deteriorarsi con il normale utilizzo dell'auto.

Guidare è certamente una delle azioni più comuni che, almeno quelli che hanno preso la patente, compiono quotidianamente per spostarsi e raggiungere l’ufficio, il luogo dove fare le vacanze. Insomma per gli usi più svariati. Possedere un’automobile ha come conseguenza anche quella della manutenzione. Operazione fondamentale per garantire il pieno funzionamento al veicolo ed evitare brutte sorprese durante i propri spostamenti. La revisione periodica obbligatoria è imposta dalla legge ed è uno degli aspetti che riguardano la manutenzione.

L’altro è il tagliando dell’auto. Cosa ben diversa e serve a controllare tutte le componenti a rischio deterioramento con il normale utilizzo dell'auto e si differenzia dalla manutenzione straordinaria per i problemi causati da un comportamento errato del guidatore. Di seguito vedremo quali sono i controlli che di solito si effettuano con il tagliando auto.

Tagliando auto quando

Per stare tranquilli e spostarsi a bordo della propria autovettura senza quella paura che da un momento all’altro ci si possa ritrovare a spingere a piedi, la manutenzione è d’obbligo. E il tagliando auto rappresenta la migliore occasione per tenere l’auto sempre in perfette condizioni.

Ma quando bisogna fare il tagliando? Non ci sono regole stabilite. Non ci sono scadenze. Il momento di effettuare il tagliando auto arriva nel momento in cui se ne sente il bisogno. O a causa di qualche rumore non identificato. O perché la tenuta in strada non è più quella perfetta. Ma sono queste le circostanze che devono far accendere la lampadina. In linea generale il primo tagliando auto va fatto al raggiungimento di quindici/ventimila chilometri o uno/due anni.

I tagliandi successivi vanno fatti ogni 15.000/20.000 km. Attenzione a non dimenticare il cambio olio, infatti ci sono vetture che prevedono il cambio dell’olio motore ogni 15.000 km mentre il tagliando va eseguito ogni 30.000 km. Ancora, ci sono vetture con il cosiddetto tagliando long life da fare ogni 30.000 o addirittura 50.000 km. Se la vettura è usata poco e non si raggiunge, nell’arco di 24 mesi, il chilometraggio indicato in precedenza, non farà più fede il contachilometri bensì la data di acquisto: il tagliando va fatto ogni 2 anni.

Quali controlli per tagliando auto

Ecco quali sono i controlli che bisogna fare per essere sicuri di aver sostenuto un tagliando sufficientemente adeguato:



Autore: Luigi Mannini
pubblicato il