Prestiti a protestati e cattivi pagatori: quali le alternative?

I soggetti protestati e i cattivi pagatori rientrano in quelle categorie che incontrano maggiori difficoltà quando si trovano costretti ad avanzare la richiesta di un prestito. Ma ci sono alternative

Cos’è un prestito a protestati e cattivi pagatori?

Si tratta un sostegno erogabile per protestati e cattivi pagatori. Si diventa protestati o cattivi pagatori quando si emette una cambiale e al momento dell’incasso il pagamento viene rifiutato al creditore che è autorizzato a procedere nei confronti del debitore.

Trovarsi nelle condizioni di dover richiedere prestiti in una situazione generale come quella attuale nella quale, purtroppo, le difficoltà economiche agitano i sogni, o sarebbe forse meglio dire gli incubi, di un numero sempre maggiore di persone, è un fatto che non provoca più quelle reazioni sdegnate di un tempo. Quando un prestito era considerato, a torto ma in un’epoca diversa da quella attuale, una sorta di vergogna da nascondere.

I soggetti protestati e i cattivi pagatori, proprio a causa di questa condizione, rientrano invece ancora in quelle categorie che incontrano maggiori difficoltà quando si trovano costretti ad avanzare questa richiesta. La condizione più frequente alla quale vengono sottoposti è la cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Non si tratta però sempre della soluzione migliore. Quali sono allora le alternative? Attivarsi conviene perché non è nemmeno poi tanto facile ottenere la cessione del quinto magari perché lo stipendio o la pensione non sono ritenuti idonei per dar seguito a una cessione del quinto.

Alternative per i prestiti a protestati

Vediamo allora quali possono essere le alternative per ottenere prestiti per i protestati e i cattivi pagatori.

Prestito delega

Il prestito delega, o prestito con delega è un finanziamento che ricalca proprio le caratteristiche della cessione del quinto dello stipendio, affiancandosi al suo “collega” più famoso, e generando così la trattenuta complessiva di due quinti nella busta paga. Il prestito delega può essere richiesto solamente da dipendenti che hanno già avuto la trattenuta del quinto dello stipendio, non possono procedere al rinnovo della cessione o, ancora, non ritengono sufficiente quanto ottenuto con la sola cessione del quinto dello stipendio.

Prestito cambializzato

Anche il prestito cambializzato è una forma di finanziamento abbastanza comune e intuibile. Fin dal nome si dovrebbe infatti comprendere che si tratta di un prestito che viene rimborsato attraverso il pagamento delle cambiali. La presenza delle cambiali non è l’unica garanzia che la banca o la finanziaria richiederà per poter dar seguito all’erogazione di un prestito cambializzato: se le cambiali rappresentano degli strumenti molto utili per potersi rivalere sul debitore in maniera molto più rapida rispetto a quanto avviene con i prestiti normali, è anche vero che le cambiali non sono certamente un’assicurazione abbastanza utile da rassicurare la banca su quel che accadrà una volta dati i soldi. Dunque, non c’è da stupirsi se l’istituto di credito richiederà altre forme di garanzia aggiuntiva, come ad esempio la fideiussione di un’altra persona. 

Prestito tra privati

Un’altra forma di prestito per protestati senza cessione del quinto è quella del prestito tra privati. Si tratta di una particolare categoria dei finanziamenti che sta conoscendo una nuova fase di sviluppo anche grazie alla presenza di portali di social lending. Il prestito tra privati permetterà certamente di aggirare tutti gli ostacoli legati al ricorso ai canali bancari, ma fai attenzione a cosa firmi, e a quali condizioni ti indebiti.

Prestito dal datore di lavoro

Il prestito dal datore di lavoro è una forma molto utile e conveniente, che consente di risparmiare interessi rispetto al classico finanziamento bancario. Un’opzione che può essere scelta dai lavoratori all’interno di quell’azienda in cui sono previsti servizi finanziari in grado di erogare delle anticipazioni sugli stipendi successivi.



Autore: Luigi Mannini
pubblicato il