Eolico domestico: cos'è, costi e incentivi mini eolico

L’eolico domestico sfrutta l’energia del vento. La forza del vento viene usata per produrre elettricità mediante l’uso di turbine e pale eoliche che trasformano il movimento delle pale in energia

Eolico domestico?

L’eolico domestico si basa sul concetto di sfruttamento dell’energia del vento, un’energia alternativa e quindi rinnovabile che in passato veniva utilizzata per muovere le imbarcazione e smuovere le pale dei mulini a vento. La forza del vento viene sfruttata ora anche in ambito domestico per produrre energia elettrica.

La ricerca di un nuovo sistema di produzione che possa agire nel rispetto dell’ambiente e del Pianeta è un tema di grande attualità. La presa di coscienza che le risorse della Terra non sono illimitate dovrebbe prodotte uno scatto anche per quel che riguarda il dovere di assumere comportamenti che non siano in contraddizione con uno sviluppo armonico con la natura e l’ambiente circostante. In questo contesto si inserisce l’eolico domestico. L’eolico domestico può essere considerata una delle energie green più utilizzate anche perché il vento, soprattutto in alcune zone ben precise d’Italia non resta mai in silenzio e fa sentire sempre il suo soffio portatore di energia attraverso le famose pale.

L’eolico domestico sfrutta l’energia del vento, un’energia che come abbiamo già avuto modo di dire rispetta l’ambiente e che è già stata sfruttata abbondantemente. L’esempio più classico è quello dei mulini a vento. In quest’articolo cercheremo di capire cos’è l’eolico domestico, quali sono i costi e gli incentivi per il mini eolico. Un argomento che sta assumendo sempre più importanza alla luce dell’emergenza ambientale che ormai fa già parte della storia. I fenomeni atmosferici estremi ai quali assistiamo ormai continuamente ne sono la testimonianza più concreta che dovrebbe zittire tutti quelli che continuano a parlare di invenzioni quando si discute dei cambiamenti climatici dovuti all’inquinamento.

Costi eolico domestico

I costi di un impianto eolico domestico variano a seconda delle caratteristiche e della sua potenza. Per fare una stima dei costi totali per la realizzazione di un impianto di 1000W, bisogna valutare tutti gli aspetti necessari a realizzarlo partendo dal generatore eolico 1000W per proseguire al palo di sostegno, ai tiranti, ai cavi elettrici di sezione sei millimetri o superiore per il collegamento, la base per ancoraggio nel terreno del palo, il regolatore di carica eolico, quattro batterie AGM 12V 200Ah, l’inverter ad onda sinusoide pura trecento Watt. L’impianto eolico in esempio ha un costo di circa cinquemila euro. Normalmente per impianti di piccola taglia il costo è di cinquemila euro/kW. Se invece si desidera usare il generatore eolico per l’illuminazione solo del giardino si può escludere il costo dell’Inverter.

Quali gli incentivi per il minieolico

L’attesa estenuante per conoscere quali sono gli incentivi per il minieolico è durata diciotto mesi esatti ed è stata costellata da diversi problemi di non semplice soluzione. Ma nonostante tutto, nonostante i rallentamenti, nonostante i problemi, il nuovo decreto che contiene gli incentivi alle rinnovabili elettriche è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale assumendo quindi piena legittimità ed entrando ufficialmente in vigore. La versione definitiva prevede che gli impianti cosiddetti sottosoglia, che non devono passare per i meccanismi di aste e registri hanno accesso diretto agli incentivi che potranno essere richiesti per tutto il 2017. Da luglio 2017 a dicembre 2017 sarà applicata la nuova tariffa di 0,190 €/Kwh.

Il decreto mette a disposizione, a regime, quattrocento trentacinque milioni di euro all’anno a favore dei nuovi impianti che verranno selezionati nel 2016. Il periodo di incentivazione avrà una durata di venti anni, venticinque per il solare termodinamico, e nel complesso verranno investiti circa nove miliardi di euro.



Autore: Luigi Mannini
pubblicato il