Efficienza energetica: come risparmiare energia elettrica

Non è solo una questione economica. Il risparmio energetico si è imposto al mondo anche come un tema che riguarda la salvaguardia ambientale. Risparmiare energia significa tutelare il patrimonio green

Che cos’è l’efficienza energetica?

L’efficienza energetica di un sistema è la capacità di sfruttare l’energia fornita per soddisfare il cosiddetto fabbisogno. Minori sono i consumi relativi al soddisfacimento di un determinato fabbisogno, migliore è l’efficienza energetica del sistema in questione.

Efficienza energetica vuol dire in poche parole risparmio energetico. In tempi come quelli moderni, dove il risparmio non è più inteso solo dal punto di vista economico, ma anche del rispetto, della tutela e della salvaguardia dell’ambiente, risulta essere una voce ancora più importante nell’economia della famiglia.

Trovare la soluzione al problema come risparmiare energia elettrica potrebbe essere quindi un valido aiuto per tutelare portafogli e ambiente. C’è bisogno forse di modificare piccole abitudini quotidiane. Sacrifici che perdono ogni significato se rapportati al vantaggio di ridurre la bolletta elettrica e le emissioni nocive per l’ambiente. Per vedere un risparmio tangibile, basterebbe seguire qualche semplice consiglio.

Come risparmiare energia elettrica in casa

Utilizzare le tecnologie all’avanguardia, unite a uno stile di vita più green permettono di risparmiare elettricità senza troppa fatica. Piccole accortezze che potrebbero aiutare a risolvere il dilemma di come risparmiare energia elettrica in casa. Per prima cosa c’è da considerare che televisori, lettori dvd e computer indicano la loro attività mediante LED colorati.

Quella lucetta rossa accesa lungo la barra laterale della tv, o di altri dispositivi, significa che l’apparecchio è attivo e si trova in condizione di standby. Questa condizione incide in maniera più importante di quella che siamo portati ad immaginare sulla bolletta elettrica. Una semplice precauzione può essere utilizzare delle semplici ciabatte multi spina, così da abbattere gli sprechi e a risparmiare energia elettrica.

Risparmiare sulla luce

Anche le lampadine potrebbero aiutarci nell’impresa di risparmiare sulla luce: le lampade ad alta efficienza, all’atto dell’acquisto costano di più ma si tratterà di un investimento ben ponderato. Le lampadine a LED consumano molto meno elettricità e inoltre hanno una maggiore durata rispetto alle lampade convenzionali, oltre al fatto che fanno più luce e riducono l’affaticamento oculare.

Risparmiare sui consumi del frigorifero e microonde

Come risparmiare sui consumi del frigorifero, invece, è molto semplice: basta aprirlo solo quando serve. Sembra banale ma aprendo in continuazione lo sportello, non fa altro che aumentare il consumo energetico dell’apparecchio. Aprire lo sportello del frigo significa far surriscaldare sia perché l’aria calda esterna è spinta all’interno del frigo, sia perché entrerà in azione il led del frigorifero che riscalderà l’atmosfera adiacente.

Per il forno elettrico, è consigliabile spegnerlo poco prima della cottura dell’alimento, così da sfruttare il calore residuo accumulato nel forno stesso, così da ultimare la cottura senza un briciolo di elettricità aggiunta. Il discorso cambia per il forno a microonde che è sempre stato un buon alleato del risparmio energetico: prediligere il forno a microonde a quello elettrico potrebbe essere una buona strategia.

Come risparmiare sui consumi della lavatrice e altri elettrodomestici

Il traffico energetico giornaliero potrebbe essere variato a nostro favore, sfruttando eventuali tariffazioni. Un esempio è fatto dalla lavatrice: lavando la biancheria di notte, si potrebbe sfruttare una tariffazione più basse e si potrebbe evitare di intasare il traffico energetico giornaliero; la lavatrice, così come la lavastoviglie, va utilizzata solo a pieno carico e a temperature non troppo alte, tra i 30-60°.



Autore: Luigi Mannini
pubblicato il