Cosa sono gli ETF sull'oro e quando convengono?

Gli ETF sull'oro sono uno strumento finanziario utile a chi ha una discreta somma da investire. In caso contrario è meglio non avventurarsi su questa strada che può portare a perdite fulminee

Cos’è un ETF sull’oro?

Si tratta di uno strumento importante per quelli che decidono di investire nell’oro finanziario. L'obiettivo è quello di stare attenti alla quotazione di mercato di questo metallo prezioso.

Cosa sono gli ETF sull’oro

Non se ne sente spesso parlare e, forse per questo, solo chi frequenta con una certa assiduità il mercato finanziario sa cosa sono gli ETF sull’oro. Esistono particolari tipologie di ETF, in oro e non, che usano strumenti in grado di aumentare il rischio e quindi i relativi utili potenziali, ma anche le eventuali perdite monetarie. Nel caso in cui il benchmark faccia segnare rialzi importanti, gli ETF sono chiaramente molto convenienti, ma nella situazione inversa possono portare in pochissimo tempo a perdere tutti i propri risparmi.

Chiarito cosa sono gli ETF sull’oro bisogna sapere anche quando convengono. È necessario ovviamente seguire il mercato azionario in modo da non farsi sfuggire anche i più piccoli mutamenti delle quotazioni per riuscire ad azzeccare l’investimento giusto. Inoltre è consigliabile avventurarsi su questa strada solo quando si detiene una discreta disponibilità economica per provare l’investimento. Per i piccoli investitori, e per quelli che puntano sul lungo periodo, dovrebbero è consigliabile rivolgersi agli ETF tradizionali.

Chi emette gli ETF in oro

Vediamo adesso chi emette gli ETF in oro. Per la loro natura gli ETF in ora sono prodotti che vengono lanciati sul mercato principalmente da grandi istituti che hanno una grande riserva di oro fisico ed, emettendo questo particolare tipo di titolo, danno la possibilità di acquistarne una parte a chi ne fosse interessato. Quando si effettua l’acquisto di EFT, dunque, non si sta acquistando il lingotto come si potrebbe immaginare, ma si sta virtualmente acquistando una parte di quelle scorte stoccate nei depositi. Tra i fattori che bisogna tenere in considerazione certamente rientra il tasso di cambio tra il dollaro e la moneta di riferimento, (nel caso degli investitori italiani l’Euro).

Quando convengono ETF sull’oro

Una premessa importante è quella che bisogna sempre valutare quando convengono gli ETF sull’oro. Alcuni di questi titoli si caratterizzano per un valore aggiunto come una sorta di garanzia che offre la possibilità di restare immuni da eventuali svalutazione della moneta principale ossia il dollaro. Questa forma di garanzia ovviamente si paga in maniera differente a seconda della società che li emette. Nel momento in cui l’acquirente diciamo così virtuale decide di liberarsi dai suoi ETF, egli potrà scegliere di riscuotere quanto dovuto in due modi diversi: il primo è quello di esigere il corrispondente in denaro del valore dei propri ETF. E in questo caso sarà molto importante valutare e ricordare la valutazione del metallo prezioso in quella determinata data.

Oppure richiedere il corrispettivo in oro fisico di quel valore, ma in questo caso bisognerà sobbarcarsi anche delle spese di trasporto. L’operazione di acquisto di questi titoli non è nemmeno poi tanto difficile. Si può procedere semplicemente conoscendo quali sono i siti che consentono di esperire questa operazione. In tal caso però c’è bisogno anche di un minimo di competenza e di dimestichezza con l’utilizzo di un computer e con la Rete. Negoziare questo titolo è possibile durante tutto l’arco della giornata e questo rappresenta di sicuro un vantaggio per l’acquirente che può conoscere in ogni istante la valutazione dell’oro sui mercati valutari e finanziari.



Autore: Luigi Mannini
pubblicato il