Come ottenere un prestito personale senza busta paga

In una fase storica come quella attuale, caratterizzata da crisi economica e precarietà nel lavoro per i giovani, ottenere un prestito senza busta paga è un'impresa difficile... ma non impossibile

Cos’è un prestito personale?

Un prestito personale è un finanziamento senza obbligo di destinazione: in pratica, si ottiene una somma di denaro che è possibile impiegare in qualsiasi modo desiderato, a differenza del prestito finalizzato che invece è legato all'acquisto di un determinato bene o servizio.

La crisi, nonostante gli annunci che di volta in volta sostengono che il peggio sia ormai passato e i provvedimenti legislativi che in Italia non hanno avuto gli effetti sperati, non accenna ad attenuare la propria morsa soprattutto sulle fasce più deboli della società, in primis lavoratori under trentacinque anni che non riescono ad inserirsi in maniera stabile e duratura nel mondo del lavoro, quando addirittura ne restano fuori, visti i dati della disoccupazione.

Le condizioni economiche precarie presentano come conseguenza anche una difficoltà di richiedere un prestito personale senza busta paga. Per gli autonomi con partite Iva o le società Snc e Sas è necessario presentarsi con le dichiarazioni dei redditi degli ultimi anni.

Come ottenere un prestito senza busta paga

Viene quindi spontaneo chiedersi come ottenere un prestito senza busta paga. Esistono diverse opzioni a seconda delle diverse esigenze.

Prestiti garantiti da enti

Esiste la possibilità di ottenere prestiti garantiti da enti anche senza avere busta paga o un reddito dimostrabile. Grazie, infatti, alla comunità europea è possibile accedere al cosiddetto microcredito, la cui somma prestata generalmente non supera i 25 mila euro e sono previste delle agevolazioni. Il riconoscimento del ruolo importante svolto, ha portato l’Ue a stanziare dei fondi alle Regioni soprattutto a partire dal 2015. Di conseguenza la richiesta del finanziamento può arrivare, a seconda del caso, ad un massimo di 25 mila euro se ha una finalità produttiva e di 10 mila se ha scopo sociale. A fare da “garante” è proprio il fondo stanziato dalle regioni.

Prestito senza busta paga e garante e senza altre garanzie: il prestito d’onore per lo studente.

Simile al meccanismo del microcredito, il fondo concesso agli studenti pone come garante l’ateneo convenzionato o comunque un altro fondo stanziato per esso. Con questa formula, il giovane può concentrarsi sugli studi e pensare al rimborso quando avrà avviato la sua attività lavorativa.

Prestito senza busta paga con cambiali, pegno e altre forme

È possibile ottenere un prestito senza busta paga Come per esempio il prestito con pegno, cambiali, i prestiti con garanzia ipotecaria e altre forme ancora.

Prestito tra privati e su pegno

Si può ricorrere ad un prestito tra privati che potrebbe concretizzarsi in diversi modi a partire dal crowfunding al social lending o alla stipula di un contratto di finanziamento.

Prestito personale senza busta paga per chi

I prestiti senza busta paga sono normalmente dedicati a:

  1. persone disoccupate;
  2. professionisti o autonomi con scarso reddito;
  3. precari o lavoratori atipici con contratti di lavoro a tempo determinato.

In poche parole a tutte quelle persone che non godono di un reddito fisso o un reddito dimostrabile e che sono senza stipendio.

Prestiti personali senza busta paga occhio alle truffe

Ci sono diverse strade da percorrere per avere un prestiti personali senza busta paga, ma occhio alle truffe. Tuttavia è bene prestare molta attenzione al contratto che si va a stipulare. Spesso c’è chi sfrutta la necessità di avere una somma e la difficoltà nell’ottenerla senza garanzie. Infatti, in certe situazioni c’è chi è disposto a chiudere un occhio di fronte a condizioni pregiudizievoli, come ad esempio un tasso di interesse maggiore rispetto alla media.



Autore: Luigi Mannini
pubblicato il