Bonus asilo nido 1000 euro: come fare richiesta

il bonus asilo nido 1000 euro è un'agevolazione fiscale per famiglie contenuta nella Legge di Bilancio pensata e prorogata per sostenere le spese necessarie all’iscrizione dei figli all'asilo nido

Che cos’è il bonus asilo nido?

Si tratta di un’agevolazione prevista nella Legge di Bilancio 2017 per maternità, paternità e nuove nascite. Questo bonus è erogato per l’iscrizione del proprio figlio all’asilo nido o per l’assistenza domiciliare.

La Legge di Bilancio per il 2017 ha previsto diversi strumenti per sostenere i genitori che hanno figli piccoli. Tra questi anche il bonus asilo nido 1000 euro. Si tratta di una nuova agevolazione per le famiglie, pensata per sostenere le spese necessarie all’iscrizione dei propri figli al nido che, insieme al bonus mamme domani 2017, estende le agevolazioni già presenti e prorogate per il sostegno alle famiglie.

Come fare richiesta bonus asilo nido 1000 euro

Coma fare richiesta del bonus asilo nido 1000 euro è semplice. Basta presentare per prima cosa una domanda all’Inps e poi, per tutte le famiglie con figli nati a partire dal primo gennaio del 2016 sarà possibile accedere al bonus fiscale. Non sarà necessario rispettare specifici requisiti di reddito e che l’importo di 1.000 euro per pagare l’iscrizione all’asilo nido sarà accessibile per tutte le famiglie con figli.

Non bisogna, inoltre, confondere il bonus asilo nido 1000 euro con i voucher baby sitter e asilo nido che prevedono regole diverse per l’accesso e per la fruizione del beneficio economico Inps: per richiederli è infatti necessario rinunciare al congedo parentale facoltativo per ricevere l’importo di seicento euro erogato dall’Inps. Pur non essendoci limiti di reddito e quindi non sarà necessario rispettare determinati requisiti da modello Isee, il Bonus asilo nido 1000 euro potrà essere percepito per un massimo di tre anni in quanto riguarda i bambini da zero a tre anni.

L’ambito di applicazione è esteso anche al supporto presso la propria abitazione in favore dei bambini al di sotto dei tre anni affetti da gravi patologie croniche. Nella circolare Inps sono contenute tutte le istruzioni sui soggetti che potranno richiederlo e sulle due tipologie di erogazione del bonus nido di 1.000 euro, concesso per:

Per richieder il bonus asilo nido i genitori dovranno presentare le ricevute che attestino il pagamento della retta dell’asilo nido; soltanto in questo modo sarà possibile ottenere l’agevolazione; nel caso di richiesta di contributo per l’assistenza presso la propria abitazione bisognerà consegnare il certificato medico che attesti la grave patologia.

Potranno presentare domanda i genitori italiani, comunitari e stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno e a presentare domanda dovrà essere il genitore a cui è intestata la spesa in caso di richiesta di contributo per la retta dell’asilo nido o il genitore che dimora con il figlio e che risiede nello stesso Comune.

Il bonus asilo nido 1000 euro erogato per il pagamento della retta del nido è erogato dall’Inps dopo la presentazione della domanda da parte del genitore che ha sostenuto la spesa. Non sarà sempre concesso l’utilizzo di tutti i 1.000 euro ma l’importo verrà erogato dopo la presentazione delle singole rette pagate. Nel caso di rette inferiori all’importo massimo mensile o complessivo la somma del bonus bebè 2017 verrà proporzionalmente ridotta. Nella domanda Inps bisognerà indicare il numero di mensilità per le quali si richiede il bonus nido 2017 per periodi di frequenza compresi tra gennaio e dicembre 2017.



Autore: Luigi Mannini
pubblicato il