Auto elettriche in commercio: prezzi, incentivi, autonomia

Le auto elettriche stanno pian piano ritagliandosi uno spazio sempre maggiore tra gli acquirenti grazie a una competitività sempre maggiore. In Italia, però, la vendita prosegue a ritmi meno intensi

Cos'è l'auto elettrica?

Si tratta di un’automobile dotata di motore elettrico che utilizza come fonte di energia primaria l'energia chimica immagazzinata in un serbatoio energetico costituito da una o più batterie ricaricabili e resa disponibile da queste al motore sotto forma di energia elettrica.

La tradizionale e ormai superata distinzione tra benzina o diesel deve fare i conti con il tempo che passa e impone nuove alternative, possibilità, tecnologie. Così le auto elettriche, anche nella versione ibrida, conquistano fette di mercato sempre più grandi e, certamente rappresentano il futuro non più remoto per questo mezzo di trasporto che ha rappresentato lo status symbol per eccellenza per intere generazioni fin dal momento della sua invenzione.

Anche grazie agli indubbi progressi che si sono registrati in termini di prestazione ed affidabilità in questi ultimi anni, Quelle in commercio nel 2017 sono infatti più performanti e anche meno care rispetto al passato. Tutti potranno quindi contribuire a ridurre le emissioni inquinanti causate dai motori a scoppio.

Prezzi e incentivi auto elettriche in commercio

Uno dei fattori critici delle auto elettriche è legato senza dubbio ai prezzi delle auto elettriche in commercio. Spesso erano troppo elevati oltre alla scarsità di infrastrutture per la ricarica dei veicoli e all'autonomia. Ma le cose stanno cambiando: la mobilità elettrica ormai ha ingranato in Europa e anche l'Italia, pur in assenza di incentivi statali, potrebbe far segnare una crescita nel 2017. I dati relativi a gennaio, febbraio e marzo 2017 testimoniano l’immatricolazione di 526 esemplari di auto elettriche, circa il 29 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Da poco sul mercato italiano ha fatto la sua apparizione la Smart elettrica, tra le auto elettriche più economiche insieme a Renault Zoe e alla monoposto Twizy senza dimenticare Tazzari, altro storico costruttore italiano di veicoli elettrici. Entro il 2020 arriveranno sul mercato anche Audi, Honda, Porsche e Toyota. Gli incentivi per auto elettriche sono erogati principalmente dalle case automobilistiche. Continuano ad aumentare i modelli di auto elettriche in commercio ma di incentivi siamo ancora a digiuno. Le statistiche parlano chiaro: gli italiani vorrebbero un’auto elettrica ma a frenarli è il prezzo. Nel panorama delle auto elettriche, la più accessibile è la Renault Zoe, che parte da un prezzo di ventuno mila euro che diventano 17.350  grazie agli incentivi per auto elettriche Renault.

In Italia, comunque, i prezzi forse troppo elevati e un’autonomia giudicata ancora troppo bassa potrebbero essere i motivi del decollo più lento. Oppure, più probabilmente, la totale assenza di aiuti dallo Stato. Al momento, infatti, non sono previsti incentivi statali per l’acquisto di nuove auto elettriche. Esistono solo sconti e offerte praticate da case automobilistiche o concessionari auto, per provare a spingere l’acquisto di questi nuovi modelli, ma da parte dello Stato non è partita nessuna iniziativa che prevedesse sconti ed incentivi per l’acquisto delle auto elettriche. E sarà forse per questo che, se si analizzano i dati delle vendite non si può soffermarsi sul fatto che in Italia, nel 2016, sono state vendute circa duemila e cinquecento vetture. Lo 0,1% rispetto al totale delle immatricolate.

Autonomia auto elettriche

L’autonomia è un altro aspetto da valutare attentamente quando si è deciso di acquistare una nuova auto elettrica. Oltre a comparare modelli e prezzi, infatti, questa riflessione potrebbe rivelarsi addirittura più importante. Tra i benefici, oltre alle emissioni inquinante nulle, ci sono costi ridotti di gestione e manutenzione, e l'accesso in aree a traffico limitato.



Autore: Luigi Mannini
pubblicato il